Ambiente e promozione sociale

In relazione alle nuove competenze legislative previste dal recente articolo della costituzione italiana n. 117, nel comma 2, lettera S, si attribuisce in primis la “tutela dell’ambiente e dell’ecosistema” alla potestà legislativa esclusiva dello Stato, dando compiti residuali alle regioni in materie che riguardano l’ambiente. La scelta è dovuta al fatto che la tutela dell’Ambiente possiede una “rilevanza costituzionale” in ambito nazionale e si dirama attraverso vari canali “trasversali o orizzontali” su tutto il territorio italiano in base alle caratteristiche di ciascuna legislazione presente nelle diverse regioni in tale materia. Dobbiamo tener presente che quando si parla di ambiente si considera oltre all’ecosistema, una più ampia e meno astratta: quella di ambiente sociale dove gli uomini vivono ed interagiscono. È qui che il lavoro di promozione sociale svolto dall’Endas interviene: infatti è proprio attraverso la promozione di attività collettive organizzate nel terzo settore, che coinvolgano interi gruppi sociali e categorie, che si può sviluppare e rafforzare una mentalità di tutela e salvaguardia dell’ambiente. L’Endas promuove lo “sviluppo sostenibile” in modo tale da permettere nei diversi contesti in cui opera, che le future generazioni che popolano tali territori, possano vivere bene in sintonia con l’ambiente rafforzando proprio un modo di pensare “ecologico” che preservi loro stessi e l’ambiente naturale e sociale che li circonda. E’ in tale campo di intervento che l’Endas ha organizzato molteplici iniziative, come il progetto “Geositi”, la manifestazione “Natura e Sport” e la formazione di GAV (Guardie ambientali volontarie) nell’ambito di iniziative di volontariato. Numerosi sono stati anche i convegni in materia, come quello tenutasi alla Facoltà di Economia dell’Università di Palermo intitolato “Conoscere e prevedere per governare l’ambiente”. Finalità del convegno, oltre a quelle informative relative alla tutela e la salvaguardia dell’ambiente, anche quello di promuovere di un’attività sinergica che vede come protagonisti i diversi attori sociali ed istituzionali del panorama italiano, nel quale il terzo settore è sicuramente protagonista.